Verità – intimità – unità

La dimensione dell’Essere è anche la dimensione della felicità e dell’appagamento

Nella sfera occidentale abbiamo escluso dalla dimensione educativa e sociale l’esperienza dell’Essere e siamo diventati professionisti competitori della sopravvivenza. Abbiamo ben pensato di poter sostituire la qualità esistenziale della dimensione dell’Essere con infinite forme di falso appagamento e falsa sicurezza: come il denaro, l’apparenza, il sesso, il lavoro, il successo, ecc ….

Siccome queste forme di falso appagamento sono sempre condizionate da un fattore esterno, rappresentano un’astrazione della felicità estremamente insicura, nella quale non ci si può rilassare: se le perseguiamo siamo costretti a non poter mai smettere di fare qualcosa, per essere certi di non perderle, di averle ancora.

Diventiamo così dipendenti dalle false sicurezze, alimentando una cronica ansietà interiore

Questo spiega come mai oggi assistiamo a una manifestazione collettiva di forme di disagio,
malattie e dipendenze che cresce in modo esponenziale:
nell’assenza di appagamento ci si intristisce; nella prolungata tristezza ci si ammala o attacca a qualcosa di disfunzionale.

Il fondamento di Verità - Intimità - Unità

Apriti alla VERITÀ di Chi Sei veramente
Stai nell’INTIMITÀ di quanto è vero in te, difetti inclusi
Viviti piacevolmente come una preziosa UNITÀ di parti diverse.

Se quello che hai appena letto risuona in te, è arrivato il momento di esplorare nella dimensione del Tuo Essere

Un buon motivo per partecipare all’Intensivo di Consapevolezza Koan Sé?
Esperire l’appagamento esistenziale.
L’appagamento è uno Stato naturale dell’Essere che tu rappresenti: non deriva cioè da nessuna causa; lo esperisci quando giungi al semplice e pieno consenso a esistere per come sei, difetti inclusi.
Accade Quando in Te non alimenti più divisioni: quando sei un’unità con ciò che ti compone.
Non è possibile vivere lo Stato di appagamento se si rimane occupati con la difettosità umana: quella c’è e rimarrà fino a che siamo in questo corpo; stare occupati a modificarla è un impegno di dualità, non di appagamento.
La chiave che permette di disoccuparsi dal difetto umano è il coniugarlo con la neutralità totale dell’Essere: diventare veramente un Essere-Umano-Essere; vivere l’Umano dalla prospettiva libera dell’Essere.

Ora, con la tua umanità ci sei già stato abbastanza occupato: vieni a incontrare l’Essere che vive in te ed esperiamo insieme sullo Stato di appagamento.

Ci sono domande che hanno accompagnato l’Essere Umano da quando, nella sua evoluzione, è diventato una creatura auto-consapevole: sono domande esistenziali, domande che non riguardano la sopravvivenza e che riguardano bensì la qualità di come viviamo e il senso profondo del nostro essere qui.

Sopravvivere riguarda l’Umano Tu: come impari a stare nella giungla sociale ed esserne parte; riguarda gli aspetti quantitativi dell’essere qui.

Ma vivere? Vivere riguarda la dimensione dell’Essere, gli aspetti qualitativi dell’essere qui: cosa significa veramente vivere al di là dei comportamenti istintivo/emozionali di sopravvivenza?

Perché se hai tutto quello che ti garantisce la sopravvivenza continui a comportarti come un mammifero ansioso che teme di non farcela?

Perché non puoi svegliarti al mattino con un grande sorriso, un senso di gioia per il fatto di essere qui?

Chi sei tu veramente?

E cosa ci fai su questo pianeta, in questa vita?

Quale senso, quale direzione o scopo ha il tuo esistere?

Perché amare sembra una mission sempre difficile?

Perché ti senti solo, anche in mezzo agli altri?

Perché la morte?

Perché esistono le forze del male?

Nell’antichità, presso diverse culture la pratica delle domande esistenziali era il fondamento della ricerca introspettiva di Sé. In particolare il Buddhismo Zen ha coniato il termine Koan per definire una serie di domande esistenziali utilizzate come uno strumento di ricerca della verità interiore.

La pratica con i Koan prevedeva che un Maestro assegnasse un Koan/domanda esistenziale al discepolo: il quale, da solo, doveva trovare la risposta; risposta che poteva cogliere unicamente dall’esperienza diretta dentro se stesso, dall’incontrare esperienzialmente in sé il contenuto di quel koan; e dopo aver purgato tutte le risposte concettuali e insoddisfacenti presenti nella sua mente.  Il discepolo tornava poi a verificare la sua esperienza con il Maestro.

Alcuni dei Koan utilizzati erano e sono tuttora:

  • Chi sono Io?
  • Chi c’è dentro
  • Cos’è l’amore
  • Cos’è la sessualità
  • Cos’è la morte?
  • Chi sono io se completamente solo?
  • Chi è l’altro?
  • Chi è Mu?

E tu, hai trovato le tue risposte?

Senti la sete di VERITÀ rispetto a Chi sei?
Godi di un’INTIMITÀ con te stesso?
Il modo in cui pensi e vivi genera in te UNITÀ o divisioni in lotta?

Nel 1968 Charles Berner, ricercatore e studioso americano, ebbe l’intuizione di utilizzare le koan-domande esistenziali in una forma comunicativa tra due persone, in diade.

L’intuizione si rivelò geniale, perché nello scambio relazionale tra due esseri umani lo strumento koan si rivelava tremendamente efficace nel far emergere le forme di vita rimaste represse nelle zone d’ombra dei partecipanti, a far emergere le verità nascoste in ognuno.
Nello scambio ripetuto e circolare tra due partecipanti, ciò che veniva condiviso poteva iniziare a prendere un’altra forma: poteva uscire dall’ombra ed entrare in una dimensione creativa.
Berner verificava come Il koan, applicato con la diade in una dimensione più vicina alle consuetudini occidentali, portava le persone a potenti liberazioni interiori e ad accedere a un contatto diretto con se stesse in tempi molto più rapidi di quanto accadesse nell’originario utilizzo individuale del koan.

Nacque così la struttura di tre giorni dell’Intensivo di Consapevolezza, meglio noto nel mondo come Intensivo di Illuminazione: perché in soli tre giorni, applicando il Koan in diadi, si rende possibile l’esperienza diretta di Sé, o Illuminazione.

Perché il Koan è il miglior amico del tuo vero Sé, l’Essere che abita nel tuo corpo! È uno strumento ad altissima efficacia che ti permette di fare l’esperienza diretta di Verità e Intimità dell’Unità Essere/Umano.

  • Tutte le persone che vogliono liberarsi dalla paura di viere e cominciare a vivere pienamente
  • Chi è stufo di falsi appagamenti e desidera trovare l’appagamento autentico
  • I ricercatori che vogliono apprendere uno strumento potente per conoscersi profondamente
  • Chi ha bisogno di una svolta decisa nel proprio momento di vita
  • Gli operatori del settore che desiderano migliorare il potenziale di presenza e la qualità dell’ascolto, della relazione e della comunicazione.
  • Chi tende ad ammalarsi frequentemente
  • Chi si trova vincolato a forme di dipendenza boicottanti
  • Sei la vita, sei nella vita
  • La vita è Te, tu sei vita
  • Non esiste nessuna separazione tra Te e la Vita, nessun conflitto, nessuna dualità: la puoi solo creare tu con le tue allucinazioni protettive di Umano/mammifero spaventato e insicuro
  • Il desiderio profondo e gioia della Vita è che Tu ricordi chi sei veramente
  • Quando La incontri, quando Ti incontri, ogni storia difficile e problematica svanisce e lascia il posto allo Stato di Appagamento e Felicità, oltre che a un’inesauribile energia creativa.
  • Nell’Intensivo di Consapevolezza KOAN SÉ impari a incontrare la verità: tu Sei la Vita, la Vita è Te.
  • Apprendi in modo molto diretto ed esperienziale che dietro a ogni emozione, storia, pensiero, credenza c’è la vita che pulsa e che ti chiama.
  • Nel processo di scambio a diadi impari a smascherarti e a liberare la vitalità immensa di cui sei costituito.
  • La tecnica del Koan ti insegna a stare con quello che c’è di vivo in te, senza più discriminazioni dovute alla paura e alle identificazioni con cosa è giusto e cosa è sbagliato: la vita è vita, non prevede divisione alcuna.
  • Il lavoro di ricerca con la diade ti insegna la Relazione Autentica: a comunicare con sincerità e ad ascoltare profondamente un altro essere umano; ascoltare dall’Intelligenza Sensibile e non solo con le orecchie.
  • Attraverso un continuo rispecchiarti nell’altro realizzi il significato profondo della relazione: nulla di quanto ti accade è Tuo; è la vita, è di tutti.
  • Impari a depersonalizzare quello che vivi e riscopri in te uno Spazio Interno vasto, un profondo senso di libertà e una grande vitalità: non temi più di essere attraversato dalla vita e di incontrare quello che offre, anche quando appare brutto o sgradevole.
  • Diventi vita e lo sperimenti in modo molto fisico. Ottieni una profonda confidenza con il momento presente: lo vivi pienamente, libero dalle preoccupazioni del futuro e dalle ombre del passato.
  •  

Il processo dell’Intensivo di Consapevolezza Koan Sé si fonda sulla struttura ideata da Charles Berner, studiata appositamente per rimanere completamente focalizzato sulla ricerca di chi sei, di chi c’è dentro di te, ed evitare qualunque inutile dispersione di energia.

La tabella giornaliera prevede diverse sessioni a diadi nelle quali due persone, sedute l’una di fronte all’altra, si aiutano nella ricerca della verità scambiando ciclicamente tramite la tecnica del Koan; ponendosi reciprocamente le domanda: “Dimmi chi c’è dentro?” o “Dimmi chi sei?”
In ogni sessione ci si alterna nei ruoli di ascolto passivo e di comunicazione attiva.
A differenza della versione originale di Berner, seguendo le indicazioni del Maestro Illuminato Osho, sono state inserite tre meditazioni attive al giorno, di un’ora l’una.
Il processo di ricerca è supportato da Abheeru (nel ruolo di facilitatore) e da uno staff: vengono inclusi momenti di condivisione aperta e la possibilità di ricevere, se necessario, aiuto specifico individuale.

Il quarto giorno di Intensivo è peculiare del Koan Sé (non è infatti previsto normalmente nella struttura classica di questo lavoro): lo abbiamo inserito come giorno di integrazione del profondo lavoro di ricerca e scoperta svolto nei primi tre giorni; prevede momenti di condivisione e sessioni di radicamento e centratura, mirate a espandere l’esperienza dell’Essere attraverso il corpo e la percezione di sé e a facilitare il rientro nella quotidianità

  • Fai l’esperienza diretta di chi sei veramente
  • Una grande chiarezza
  • Una profonda conoscenza degli inganni e illusioni della Mente protettiva della personalità
  • Un tuffo totale nella vita che pulsa in te
  • Amplifichi enormemente la consapevolezza di te
  • Sviluppi la percezione chiara e consapevole di pensieri, emozioni, sensazioni e stati d’animo
  • Ti relazioni con la percezione della paura di ciò che è vivo in te: la trasformi in compagnia sicura
  • Un’enorme senso di libertà dai vincoli definiti della  falsa idea di te (personalità) e delle tue abitudini consolidate
  • Una profonda intimità con te stesso
  • Una straordinaria indipendenza interiore dalle storie mentali che limitavano il tuo vivere
  • Rompi le illusioni su come trovare la felicità: la tocchi direttamente con cervello, corpo e sensi
  • Scopri in te energie e risorse prima inimmaginabili
  • Sviluppi una preziosa e profonda capacità di ascolto
  • Accresci enormemente la sincerità e chiarezza della tua comunicazione
  • Rompi ogni inibizione nell’esporti ed essere come ti senti di essere
  • Apprendi profondamente cosa significa relazionarsi con un’altra persona
  • Comprendi il valore e il nutrimento inestimabili della relazione onesta con un altro essere umano
  • Sperimenti la dimensione piena, appagata e silenziosa dell’Essere
  • Fai l’esperienza del vivere in piena presenza, Qui ed Ora
  • L’utilizzo del Koan, uno strumento di indagine potente che porti a casa con te e puoi usare quando vuoi
  • Impari le meditazioni attive di Osho
  • Sviluppi un’attitudine meditativa nella vita

Riporti l’Intelligenza Sensibile, propria della dimensione dell’Essere, al governo del tuo esistere

Nell’intensivo di Consapevolezza Koan Sé non dovrai preoccuparti di nessun aspetto pratico relativo alla quotidianità: i ritmi del ritiro sono scanditi dallo staff, che ti guida e supporta amorevolmente in ogni fase che attraversi nel processo di ricerca. Ti occupi solo di stare nell’esperienza del koan, che scolpisce il sentiero che ti ri-unisce al tuo Vero Essere.
È un Intensivo, quindi lavoriamo con grande intensità: alterniamo sessioni di ricerca con il Koan a meditazioni e condivisioni.
L’alimentazione è sana e bilanciata e priva di qualunque tipo di stimolante (no caffè, thè o zuccheri): questo per favorire il funzionamento ottimale del corpo e non stimolare inutilmente l’attività mentale.
Eccetto che nello scambio a diadi, si rimane in silenzio e non si hanno contatti con l’esterno.
Ascoltiamo e traduciamo bellissimi e significativi brani di Osho sul processo della ricerca interiore; così come ogni notte, prima di andare a dormire, sarai coccolato con una storia della buona notte.

  • Te stesso
  • La tua vera natura
  • Il tuo Vero Essere
  • La Relazione Autentica
  • Tutto ciò che, attraverso la tecnica del Koan, emerge dalla tua interiorità
  • L’antica tecnica Zen dei Koan: le domande senza risposta concettuale
  • Il potenziale trasformativo della diade
  • L’Ascolto Profondo
  • La Comunicazione Onesta e Sentita
  • La percezione integra e simultanea di corpo, mente e spirito
  • La percezione integra e simultanea di sé, degli altri e del tutto
  • La ricerca a diadi
  • I Koan “Chi c’è dentro?” e “Chi sono Io?”
  • Meditazione Dinamica
  • Meditazione Nataraj
  • Meditazione Kundalini
  • Meditazione No Dimension
  • Tecniche di Centratura
  • Tecniche di Grounding – Radicamento
  • Esercizi di ridefinizione dei confini personali

Scopri la verità di chi sei realmente

L’Intensivo di Consapevolezza Koan Sé è uno straordinario allenamento a percorrere il sentiero interiore che ti riunisce alla dimensione esistenziale del Tuo Essere.

È un self-training potente ed efficace per incontrare in te la dimensione della felicità e dell’appagamento e, soprattutto, per ricordare che esistono già in Te ​

Ti offriamo inoltre la possibilità di usufruire di un serivizio
si supporto post intensivo

Testimonianze

Ciao splendido Abheeru,
"Koan sé? Who is in? Chi c'è dentro?” Le parole utilizzate per definirlo cambiano, la sostanza no! Un breve ma potente viaggio verso di sé accompagnato da meravigliosi facilitatori e in compagnia di splendide anime. Cosa mi ha dato? Un'altra parte di me attraverso lo sguardo degli altri. Grazie
Un mega abbraccio.
Vi voglio bene.
Vibodha Daniele B.
Bergamo

Abheeru

Roberto Abheeru Berruti – Trainer Olistico – C.F:BRRRRT69C03A182O – P.IVA: 04052030238  

Professionista regolamentato dalla legge N.4/2013 iscritto nei registri SIAF Italia  – Operatore Olistico liv. Trainer cod. VE371T-OP dal 8/11/2011 P1538T-OP

Resta in contatto con noi

Privacy Policy